Planetarie e Impastatrici 4.0: il meglio della tecnologia Sigma e il 40% di credito d'imposta

Team Sigma - Ven, 26/11/2021 - 08:53
Categoria Articolo
News
impastatrici 4.0
Le impastatrici e planetarie della linea 4.0 di Sigma possiedono le caratteristiche tecniche previste dalla legge per essere classificate come beni stumentali 4.0 finalizzati all'ottenimento delle agevolazioni fiscali previste da Piano Transazione 4.0. Le impstatrici a spirale 4.0 e le impastatrici a braccia tuffanti 4.0 di Sigma hanno capacità massima d'impasto che va dai 50 kg ai 280kg. Le planetarie 4.0 a variazione elettronica hanno volume vasca dai 40 ai 160 litri.

Cosa è il Piano Nazionale di Transizione 4.0 ?

è la politica industriale del Paese di incentivi e agevolazioni fiscali per le imprese che investono in innovazione fino al 31 dicembre 2022. Sostituisce i precedenti Impresa 4.0 e Industry 4.0, con un piano di investimenti (24 miliardi di euro) dove il sostegno alle imprese viene erogato sotto forma di credito d’imposta finalizzato alla realizzazione di investimenti in beni strumentali, formazione 4.0 e ricerca e sviluppo.

A chi spetta il credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali?

L’agevolazione è destinata a quelle aziende, indipendentemente dalla dimensione, che fanno investimenti acquistando nuovi beni strumentali, materiali e immateriali, che servono per la trasformazione tecnologica e digitale dei processi di produzione e sono destinati a strutture produttive site nel territorio italiano. L’incentivo prevede diverse aliquote di credito connesse alla tipologia del bene oggetto dell’investimento e alle tempistiche.

Qual’è l’aliquota di credito connessa all’acquisto di beni strumentali materiali?

Per Investimenti in beni materiali strumentali 4.0 come le impastatrici e planetarie Sigma 4.0 l'agevolazione fiscale sotto forma di credito d’imposta è del 40% del costo del bene 4.0 nel 2022 (per investimenti fino a 2,5 milioni di euro)

Entro quanto bisogna effettuare e chiudere l’investimento per accedere alle agevolazioni del Piano Transazione 4.0?

Per accedere al credito d’imposta pari al 40% il contratto per l’acquisto del bene strumentale 4.0 deve essere stipulato entro il 31/12/2022. Entro quella data deve essere stato versato un anticipo pari almeno al 20% del costo del bene e la consegna dello stesso deve avvenire entro i 6 mesi successivi.

Come si accede alle agevolazioni?

Per i beni materiali di costo unitario di acquisizione non superior a 300.000 euro è sufficiente una dichiarazione resa dal legale rappresentante dell’azienda acquirante da cui risulti che il bene acquistato possiede caratteristiche tecniche tali da rientrare nella definizione di beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello «Industria 4.0» e sia interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. Vedi Allegato A, legge 11 dicembre 2016, n. 232.

Per rispettare i parametri del Piano Transazione 4.0 devo collegare tutte le macchine del laboratorio?

No, non è necessario.

E' indispensabile il collegamento ad Internet?

No, non è necessario.

Quando posso portare in detrazione il credito d’imposta? E in che tempi?

Il credito d’imposta maturato può essere utilizzato in compensazione in 3 quote annuali già a partire dall’anno di avvenuta interconnessione del bene con il sistema informativo aziendale.

Le agevolazioni 4.0 sono cumulabili con altri incentivi?

Si, son cumulabili con agevolazioni come la NUOVA SABATINI TER, FONDO CENTRALE DI GARANZIA, START UP E PMI INNOVATIVE, CREDITO DI IMPOSTA R&S, BONUS SUD, “RESTO AL SUD” e altri da verificare con il proprio commercialista.

Come posso richiedere ulteriori informazioni?

Clicca qui e compila il form: il nostro esperto ti ricontatterà appena possibile!